Addio a Milia Pozzi Tarlarini

Milia Pozzi Tarlarini in ring nel 1952 Milia Pozzi Tarlarini in una foto del 2002

Milia Pozzi Tarlarini con alcuni dei trofei vinti dai suoi cani

(fonte www.malya.it)

E' con vivo dolore che oggi, 12 Novembre 2009, apprendo, e informo tutti i soci e i visitatori del sito, della scomparsa di Milia Pozzi Tarlarini, allevatrice di fama mondiale di Schnauzer di tutte le taglie con l'affisso Malya, giudice specialista e nostra Presidentessa Onoraria.

Ai familiari le più sentite condoglianze da parte del Club Italiano Schnauzer & Pinscher e da tutti i suoi soci.

Chi volesse condividere con tutti i visitatori di questo sito il proprio ricordo di Milia Pozzi Tarlarini, può inviarlo via e-mail a minetti.carmen@libero.it e verrà pubblicato in questa pagina.

 

Ricordo quando ci diede Malya Blinky, un gioiello poi diventata Campionessa di mezza Europa. Con mia moglie andammo a Varese in via della Cereda, dove aveva sede l'allevamento prima del trasferimento a Cantello. Lei ci preciso' subito che Blinky avrebbe fatto carriera e così fu. A Bellagio, condotta dal marito Pozzi, a soli 6 mesi d'eta Bilnky vinse sulla da poco eletta Campionessa del Mondo Baby d'Argeo. Da allora la Sig.ra Pozzi ed il marito la portarono in giro per l'Europa raggiungendo il magnifico traguardo di 53 vittorie su 56 esposizioni.

Erano gli anni 1978 e seguenti.

Poi, un giorno, come spesso accade, dimenticai di telefonarle per lungo tempo e ci siamo persi di vista.

Più volte e' accaduto che con mia moglie parlassimo di lei, era una donna forte, decisa, come raramente mi e' capitato di vedere, non potevamo esserci dimenticati del tutto di lei.

Milia sei nei nostri ricordi e ci resterai per sempre.

Roberto e Patrizia Savoca Corona

28 Novembre 2011


Nella ricorrenza della scomparsa della sig.ra Milia giunga a tutti i familiari,amici e appassionati la nostalgia per la simpatia e la grandissima professionalita' di una persona che ,con i suoi cani ha riempito una parte importante della mia vita. Ho ricevuto da lei in adozione il mio primo cane "MALYA" nel 1977, quando ho lasciato il lavoro e Milano,per trasferirmi in campagna in Valle Staffora. MALYA UNKA, airedale terrier, è stata l'amore della mia vita, sono seguite, sempre amatissime, MALYA BOSSANOVA, MALYA NINOUTSHKA e MALYA CHINA GIRL (riesenschnauzer).

Giunga all'allevamento MALYA il mio augurio di ulteriori successi!

Luciano Deiana

12 Novembre 2011


Oggi 04/10/2010 ricorre la 1/a settimana dalla scomparsa della mia AIDA, Riesenschnauzer nero, e proprio ieri mi è capitato sotto mano una vecchia rivista MONAMI del Gennaio 2001, sulla quale c'era una intervista alla Signora Milia, riguardante appunto l'allevamento di questo stupendo cane. Essendo un estimatore di questa stupenda razza, sono molto dispiaciuto della scomparsa della Signora, con la quale avevo addirittura pensato di mettermi in contatto per alcuni suggerimenti, non immaginando nulla del genere, ma purtroppo oggi scopro che anche Lei ci ha lasciati. Desidero per questo porgere alla famiglia le mie più sentite condoglianze, pur non avendola mai conosciuta, ma condividendo con Lei l'amore per questa stupenda razza.

LORIS VITALI


HO LETTO SOLO OGGI,31/03/2010, CHE E' VENUTA A MANCARE LA SIGNORA POZZI. IO L'HO CONOSCIUTA SOLO IL 17 NOVEMBRE 2009. MIO PADRE LA CONOBBE CIRCA 5 ANNI FA' , DOVE ANDO' A PRENDERE FRUE, IL MIO CANE, CHE E' CRESCIUTA GRANDE E BELLA. MI DISPIACE MOLTO. LE MIE CONDOGLIANZE AI PARENTI.

ALICE & ACHILLE LUIGI POLLI


Con immenso dolore apprendo stamane dalla nipote Veronica che la Sig.ra Pozzi è mancata.
Non nego che, anche se ho 56 anni mentre scrivo queste righe, mi scendano profonde lacrime per il ricordo di una persona alla quale volevo molto bene e che ricorderò sempre.
Signora sempre attenta e cordiale con tutti ma conoscitrice dell’animo umano tanto che, nel momento in cui doveva cedere uno dei suoi Cani, dal più bello al meno rispettoso delle misure, se non era convinta che il suo cane andasse a stare in una famiglia dove fosse trattato bene.. Rinunciava senza problemi alla vendita.
Ricordo ancora l’interrogatorio garbato ma di terzo grado che mi fece più di 20 anni fa per darmi l’allora cucciolo medio nero Malya Mizar.
Niente, non mi voglio dilungare oltre ma solo ripetere di essere stato Onorato nel conoscere la Sig.ra Pozzi, sua Figlia e la nipote Veronica, per la serietà l’impegno e devozione verso il suo Allevamento e lo Schnauzer Club Italiano che tante volte veniva prima della Famiglia.
Addio (se mi posso permettere) Mia Carissima Amica

Marco, Isabella, Camilla, Carlotta Giocondi che come me la ricorderanno per sempre.

Una vera conoscitrice della razza schnauzer, proprietaria e direttrice di uno dei più importanti e prestigiosi allevamenti in Italia, certamente uno dei più riconosciuti a livello internazionale: l’allevamento Malya. Pochi giorni fa la Sig.ra Amalia Pozzi Tarlarini è venuta a mancare. Io ebbi la fortuna di conoscerla il 7 maggio del 
2005, quando mi invitarono presso il suo allevamento per potere scegliere una cucciola ( chi ha letto la mia vita con i cani forse è già a conoscenza di questo episodio!). Ricordo ancora quando  mi fece conoscere quell’esserino nero con i baffetti.. la cucciola era in un recinto con suo fratellino.. Vedendomi attratta dai quei due la sig.ra Pozzi mi disse che  il maschio era già stato ceduto e mi indicò la femmina come teoricamente disponibile, aggiungendo però che non era ancora certa di volerla dare in adozione  per via del  carattere  particolare….. che lei in una parola indicò come ”disinibito”….nonostante ciò io rimasi incantata ad osservare la cucciola, presa da emozioni contrastanti, vista la recente scomparsa dei miei amati Kira e Lucky… La signora allora, dimostrando di sapere leggere nelle persone esattamente come nei suoi amati schnauzer, mi condusse in una conversazione che ora, ripensandoci, è stato il modo garbatissimo e gentile di conoscermi. Stava valutando se io, la ragazza emozionata che aveva di fronte a sé,  potevo avere le giuste caratteristiche per convivere con quella cucciola che, senza quasi accorgermi,  avevo già fra le mie braccia. Al termine della nostra chiacchierata mi disse che l’ultima cosa che le interessava era vendere quella cagnolina, alla quale lei stessa aveva dato il nome ‘Mopsy’. Mi disse anche che se avessi scelto di tenere la cucciola con me, di qualsiasi cosa avessi avuto bisogno, lei stessa mi sarebbe stata vicina… e vi assicuro che non ha mai smentito la sua promessa.. Quando guardo Mopsy e mi relaziono a lei.. Mi vengono sempre in mente le parole che mi disse inerenti al carattere della cucciolina che alla fine avevo portato con me! Sapeva già che tipo di cagnolina sarebbe 
diventata: mi consentì di adottarla perché era convinta che avrei saputo crescerla al meglio! ….capite perchè in questi giorni mi sento come se mi fosse venuto a mancare un familiare.
Voglio ringraziarti, grazie di cuore Milia per la passione, l’amore, la tua vita dedicata interamente a questi fantastici cani baffuti!
…e grande grazie anche da Mopsy, che è cresciuta proprio come dicevi tu:  tanto bella, con un caratterino proprio vivace, ma soprattutto molto equilibrata e felice!
GRAZIE MILIA!

Stefania Mazzoleni e Mopsy Malya

Apprendo solo ora della scomparsa della Signora Pozzi.
Con tanto affetto mi unisco al coro di voci che la ricordano come grande donna e grande cinofila.
Non smetterò mai di ringraziarla per avermi fatto conoscere i suoi cani ed aver scelto per me Asia (Malia Oxymel Flavour) la splendida Golden che due anni mi allieta la vita.

Claudia Bulgheroni

Con grande onore di averla conosciuta e con grande rispetto,

Grazie Signora Pozzi

Dunja Mlakar, Croazia

Con grande commozione apprendiamo la scomparsa Milia Pozzi Tarlarini.
Figura carismatica e autorevole della Cinofila internazionale,ma anche Donna di grande fascino culturale.
Ebbi la fortuna di conoscerla negli anni 80 attraverso una splendida monografia sugli Schnauzer. Nei suoi interventi scritturali ci si sentiva orientati ad attraversare con assoluta rigorosa scientificità  l'affascinante orizzonte della genetica. Ma ciò che si percepiva dell' l'impianto organico della divulgazione era il senso profondo di una missione, vissuta con grande energia vocazionale e abnegazione. Grazie a Lei ho avuto la fortuna di consolidare la mia formazione cinologica ed allevare scoprendo la passione per la conoscenza, l'amore per la vita e le sue remote armonie. Ebbi da questa nobile Donna una femmina di  Schnauzer nano, Winny Malya, straordinaria, forse come la sua Allevatrice. Aveva quasi il dono della parola. Le sue mirabili modulazioni ci inseguivano durante tutto il giorno. La sua festosità,la sua  grande voglia di esserci (come mi predisse la stessa Milia al tempo dell'acquisto) hanno costellato tutta la nostra vita familiare al punto da innamorarcene. Ce la dividevamo perché era insostituibile, perché colmava ogni spazio con un intrigante eccezionale irripetibile umanità. L'indimenticabile Winny l'abbiamo persa  l'11 maggio 2009 e la sua lunga sofferenza ci ha provati. Con essa abbiamo sentito andare via un patrimonio importante di virtù genetiche e di incognite bellezze, che forse solo Milia poteva conferire ai suoi soggetti. Ho sentito presto il bisogno istintivo di riascoltare la voce della Signora  al telefono per avere da Lei una linea guida sull'eventualità di ottenere un nuovo esemplare. Ancora una volta pochi giorni fa la sua Voce importante e di assoluto vigore culturale mi aveva lasciato ammirato per il senso giovanile e la perentorietà del tratto. Sono stati attimi intensi e sostenuti da un ingegno tattile. Non avremmo mai immaginato che una figura così interessante dovesse anche Lei avere una indebita scadenza al suo mirabile mandato.
La ricordiamo salutandoLa con l'augurio che l'intero mondo della Cinofilia  Le consenta di tornare di nuovo tra noi con Manifestazioni e Congressi intitolati alla sua manifesta inalienabile Continuità.

Giovanni Maria Forlivesi

Dear friends,

Allow me on behalf of the Czech Schnauzer Club wish sincere condolences to the family of Mrs. Milia Pozzi Tarlarini and all who had the honor to spend part of their lives in her vicinity.

Best regards,

Jiří Škubal - President of Czech Schnauzer Club


Rendiamo omaggio alla Sua memoria ricordandola come una grande cinofila.
Ci uniamo al dolore dei Suoi cari.

Giuseppe e Biagio Giuffrida


Omaggio dell'Internationale Schnauzer-Pinscher Union


Quando, nel 1961, mi affacciai nel mondo cinofilo e pochi anni dopo iniziai ad allevare i Riesenschnauzer neri, una delle prime persone che conobbi fu Milia Pozzi Tarlarini.
In ogni circostanza fu prodiga di consigli sempre preziosi perché era una attenta osservatrice come deve esserlo un vero Allevatore.
Rendo omaggio alla Sua memoria ricordandola doverosamente anche come cinofila e zoofila.
Sono vicino a Margie.

Fabrizio Bonanno


Cara Milia solo lunedì abbiamo chiacchierato a lungo della nostra  passione comune e oggi, ahimè, ti abbiamo dato l'ultimo saluto.

Rimarrai comunque un' icona  per tutti quelli che ti hanno conosciuta e hanno condiviso con te questo amore per gli Schnauzer.

Giliola e Gianni Pentenero


Inutile dire che la cinofilia italiana ha perso una grande persona e allevatrice di successo.

Si è chiuso un capitolo della storia molto importante per la razza degli schnauzer in Italia e non solo.

Ci riteniamo fortunati di averla conosciuta e potuto ammirare la sua passione ed energia nell'allevare i suoi campioni.

Grazie di tutto.

Beata e Claudio Zanovello


Aspettavamo trepidanti la cucciolata in arrivo.

Ogni volta mi stupiva con l'energia infinita, i ricordi precisi di ogni campione e cane di famiglia, i racconti che ad ogni incontro e telefonata sapeva far diventare parte della mia memoria come li avessi vissuti veramente.

Gli aneddoti, le esperienze e la voglia di fare progetti mi lasciava affascinata, coinvolta ed allo stesso tempo triste per una cinofilia passionale che non ritroveremo più.

Gli Schnauzer hanno perso un patrimonio professionale ma soprattutto umano inestimabile.

Mi ritengo fortunata per aver avuto la possibilità di conoscerla, godere del suo tempo ed aver condiviso dei progetti con Lei.

Addio Signora Pozzi.

Sabina Favaro


Al di là degli innumerevoli titoli conquistati dagli schnauzer Malya in tutto il mondo, sono sicuro che molti altri come me, che hanno avuto la fortuna di conoscerLa, conservano nella memoria i Suoi preziosi consigli e le piacevoli chiacchierate insieme.

Ricordo con grande ammirazione l'energia e l'entusiasmo che, anche a 50 e più anni dalla fondazione del Suo allevamento,  trasparivano dalle Sue parole mentre mi raccontava di campioni, cuccioli, pedigrée ed accoppiamenti - passati, presenti e futuri... L'allevamento del cane di razza era davvero la Sua vita. Addio Signora!

Alberto Monaghé

 

CHIUDI